Reverberation Radio 270

Un Bob Dylan d’annata in stile Sampei ci introduce all’immancabile appuntamento con Reverberation Radio. In effetti il collegamento col neo premio Nobel non è buttato lì a caso, ma è diretto come un banco di tonni verso le scatolette che tutti noi amiamo. Dunque folk in ogni dove, ovviamente a partire dal super califfo Captain Beefheart, per continuare con gli inglesi Fotheringay, le coppie formate da Tennent & Morrison e Jimmer Glynn & Alan Rachin, l’immancabile giapponese Tetsuo Saito, lo scozzese Mike Heron, il quasi omonimo Mike Cooper e gli Oister – primo nome della più nota Dwight Twilley Band.

Reverberation Radio 259

Bem venido alla nuova inarrestabile playlist a cura di Reverberation Radio. Oggi andiamo tutti in Brasile e, si sa, la terra carioca significa samba, MPB, bossa nova e sonorità latine a profusione. Gli Os Carbonos provano a buttarla sul rock, Eumir Deodato e Dom Salvador sul jazz, ma quando arrivano due mostri sacri della tradizione come Toquinho e Jorge Ben (un’affezionatissimo di queste frequenze) gli altri non possono che accodarsi.

Reverberation Radio 250

Ben tornati al mercoledì con Reverberation Radio, quando la musica sconosciuta vi scalda il cuore meglio di un aperitivo col Negroni. Il ritorno a pieno regime del blog coincide con una cover di gran pregio: si tratta di Heel, opera del 1986 del celebre artista statunitense John Baldessari. E proprio dal continente nordamericano arrivano Arthur Lyman (più precisamente dalle Hawaii) detto il ‘Re della Lounge Music’ e Paul Parrish accompagnato dal suo folk-pop.

Reverberation Radio 247

Anche se in ritardo, benvenuti all’appuntamento settimanale con Reverberation Radio! I giorni prima delle feste natalizie sono difficili per tutti, anche per i vostri affezionati Vinilistici. Ma nulla ci può fermare, perciò eccovi la vostra dose di buona musica curativa. Per prendersi bene c’è il reggae dei Toots & The Maytals e di Hemsley Morris oppure il sempre amatissimo Jorge Ben con la sua musica popolare brasiliana.

Reverberation Radio 225

Le otto tracce di Reverberation Radio non vedono grandissimi nomi ma ottima musica. Il rock la fa da padrone, con una prima parte, da Sylvain Sylvain ai Field Mice passando per i Denim, che si muove tra indie-pop e glam rock con un certo gusto per il ritmo e le atmosfere leggere, quasi solari.

Reverberation Radio 218

Nella playlist numero 218 di Reverberation Radio ci sono tantissima qualità e splendide canzoni. Tutto grazie a califfi del rock del calibro di Spacemen 3 (neo-psichedelico), Del Shannon (per quello classico) e Pretty Things (psych-garage). In chiave pop troviamo, inoltre, alcune perle di Dion DiMucci, del sempre gradito Ariel Pink e degli All Night Radio.

Reverberation Radio 215

Reverberation Radio ci introduce a nove canzoni in cui il tema dominante è il buon vecchio caro rock, con qualche contributo eccezionale di funk e soul. Ed è proprio da qui che partiamo con due nomi su tutti: le mostruose voci di Gil Scott-Heron e di Johnny “Guitar” Watson (che ci mette pure sei corde niente male).

Reverberation Radio 206

La playlist di Reverberation Radio svaria tra folk, garage, pre-surf, funk ed il buon vecchio e sempre caro rock and roll. Molti dei nomi di oggi sono sconosciuti ai più ma cercando brevemente in giro mi sono accorto che Cherokees, Megatons e Ganim’s Asia Minors si trovano tutti in una compilation chiamata Jungle Exotica

Reverberation Radio 201

Come ogni maledetto mercoledì è tempo di Reverberation Radio. A parte nomi spessissimi come Beatles – qui con una cover del brano di Arthur Alexander contenuta nel loro debutto – e Jackson 5 – con la loro primissima e poco conosciuta canzone – il resto è gente più o meno nota come Barrett Strong, Jimmie ‘Lonesome’ Lee, Martha Reeves & The Vandellas, Camille ‘Lil” Bob e The Shells.