The Courtneys – The Courtneys II

Ascoltando prima Courtneys e poi Courtneys II , si capisce perfettamente il senso della scelta di questi due nomi: le Nostre non mostrano chissà quali carte differenti tra l’uno e l’altro lavoro ma entrambi sono una graduale presentazione di quali siano le loro capacità

Cloud Nothings – Life Without Sound

Per il loro quarto lavoro in studio, l’approccio è decisamente più lucido e ponderato. Sarà che non si rimane giovani per sempre, sarà che a un certo punto del percorso anche il loro sound necessitava di una svolta più definita e calibrata, comunque sia, la cosa certa è che la presa non è stata affatto allentata.

The Very Best Of 2016

Difficile fare il Best Of a ‘sto giro. Il 2016 non è ancora finito che è già passato alla storia come uno degli anni peggiori del nuovo millennio. Musicalmente sono stati 12 mesi davvero scarsini, di certo non all’altezza dell’anno scorso, però mi piace guardare il bicchiere mezzo pieno, prima di bermelo. E se è vero che dobbiamo riporre le nostre speranze nel futuro, gli esordienti del 2016 sono una classe quanto mai folta e con le palle.

Preoccupations – Preoccupations

L’anno scorso parlando di Viet Cong ho un po’ raccontato la storia di Matt Flegel (voce, basso), Mike Wallace (batteria), Scott Munro (chitarra, synth) e Daniel Christiansen (chitarra), di come – partiti da Calgary solcando l’immenso mare del post-punk – siano arrivati ad essere idolatrati come nuova cosa grossa. Preoccupations è il risultato di un periodo di introspezione profonda, fra crisi personali e collettive, il che è quasi sempre un buon inizio da cui partire per fare grande musica.

Reverberation Radio 232

Come ogni dannato mercoledì arriva la playlist dei californiani di Reverberation Radio.
Oggi spazio ad artisti per lo più sconosciuti, con una buona quota di dub e reggae – da King Sporty a Sun Araw passando per Keith Hudson – più una spruzzata di soul ed r&b per gentile concessione della magnifica voce di Betty Wright.

Audacity – Hyper Vessels

Kyle Gibson (voce, chitarra), Matt Schmalfeld (voce, chitarra), Cameron Crowe (basso – e tranquilli, è solo un omonimo) e Thomas Alvarez (batteria) tornano in studio facendosi produrre dall’immancabile califfo Ty Segall. Nelle intenzioni Hyper Vessels è il disco che dovrebbe dirci se oltre al fumo c’è anche l’arrosto.

Reverberation Radio 214

Visto che in California la primavera è solo un antipasto dell’estate, la playlist di Reverberation Radio di oggi celebra i ritmi brasiliani, dalla Musica Popolare Brasileira al samba, con massicce dosi di funk, soul e jazz come accompagnamento.

Death Index – Death Index

Carson Cox ed il suo amico Marco Rapisarda ci presentano il loro nuovo progetto, Death Index. Il tema centrale, lo si capisce facilmente, è quello della morte e per estensione del morire delle cose. La nota della casa discografica che lo distribuisce, la Deathwish (sic!), parla di “computer death, social death, animal violence” per inquadrare un contesto di disillusione e critica agli usi e costumi sociali contemporanei.

Savages – Adore Life

A due anni e mezzo dall’esordio Silence Yourself (nominato al Mercury) che le portò rapidamente all’attenzione di tutti, la band post-punk delle Savages decide di tornare per Matador con un disco registrato agli studi RAK di Londra, prodotto dal solito Johnny Hostile (compagno di Beth) e remixato a Copenaghen da Trentemøller. L’estenuante tour a supporto del primo album ha permesso a Jehnny Beth (voce), Gemma Thompson (chitarra), Ayse Hassan (basso) e Fay Milton (batteria) di accumulare per due anni una quantità enorme di nuove esperienze in giro per il mondo.

The Very Best Of 2015

Eccolo il The Very Best Of 2015 e diciamocelo, questa è stata una buonissima annata. Come qualità generale non ai livelli dell’inarrivabile 2013 ma di certo siamo messi meglio dell’anno scorso. Dunque poche chiacchiere e largo a vincitori, sconfitti, pareggianti e gente capitata lì in mezzo che nemmeno loro sanno bene come. Ah, se cliccate sulle cover dei dischi andrete direttamente all’articolo in questione, giusto per approfondire se ne avete voglia.