Reverberation Radio 261

Welcome back to the one and only Reverberation Radio. Niente come la cover della playlist di questa settimana può rendere meglio l’idea di ‘lounge’, non credete? Ed infatti le sonorità cosiddette easy listening comandano le 11 tracce di oggi. A partire dal giamaicano Joe White che, con gli In Crowd, propone una sua versione della canzone resa celebre da Diana Ross e Marvin Gaye. Per proseguire con la celebrazione della primavera di Robert Hall Productions, con il jazz latino di Paul Piot ed il pop degli Harmony Grass.

Reverberation Radio 258

Amici ma soprattutto amiche di Reverberation Radio benvenuti al mercoledì che tutti stavamo aspettando. La splendida cover che ritrae Angela Davis fa da viatico ad una selezione che si apre con l’intro parlata elettro-industrial dei Tomorrow The Rain Will Fall Upwards, per poi proseguire col funk di Letta Mbulu, il soul di Ramona King ed il garage politico del supergruppo Roya, la cui cantante Rahill Jamilifard è la frontman delle nostre beniamine Habibi.

Reverberation Radio 250

Ben tornati al mercoledì con Reverberation Radio, quando la musica sconosciuta vi scalda il cuore meglio di un aperitivo col Negroni. Il ritorno a pieno regime del blog coincide con una cover di gran pregio: si tratta di Heel, opera del 1986 del celebre artista statunitense John Baldessari. E proprio dal continente nordamericano arrivano Arthur Lyman (più precisamente dalle Hawaii) detto il ‘Re della Lounge Music’ e Paul Parrish accompagnato dal suo folk-pop.

Reverberation Radio 243

Eccoci di nuovo qui per il nostro appuntamento settimanale con Reverberation Radio e la sua musica supercool. Oggi si spazia dal funk degli etiopi Admas, al folk del capoverdiano Dionisio Maio. Abbandonata l’Africa, si tocca la Colombia del duo latin-pop Elia y Elizabeth prima di una breve immersione nel jazz americano di Bobby Cole e Roy Ayers.

Thee Oh Sees – A Weird Exits

Di solito bastano i continui cambi di formazione e gli interminabili tour infuocati a mantenere vivo l’interesse, ma questo A Weird Exits (al di là del titolo senza senso) vive di scintillante vita propria, e può essere a buon diritto considerato come una delle cose migliori che i Thee Oh Sees abbiano mai fatto.

Bat For Lashes – The Bride

The Bride è il quarto album, in dieci anni, in uscita per la compositrice inglese e mai come questa volta tutti gli elementi eclettici della sua personalità artistica sono venuti fuori per ricongiungersi e dare vita a un quadro completo della sua visione culturale, fortemente legata anche al mondo del cinema e dell’arte.

Reverberation Radio 222

Nella playlist di Reverberation di oggi non c’è un unico tema dominante, ma sono gli artisti a guidarci all’interno di una playlist quanto mai eterogenea e di enorme spessore. Abbiamo una buona schiera di britannici rappresentata da Roy Wood – tra l’altro fondatore dell’Electric Light Orchestra – Vic Godard e soprattutto Manfred Mann Chapter III.

LNZNDRF – LNZNDRF

Il risultato finale di questo lavoro è qualcosa che non si può spiegare pienamente con le parole perché tutta la sua magia risiede nella produzione del suono. Quello che però si può dire concretamente è che il trio LNZNDRF non sembra per niente la fusione delle due band di originaria appartenenza, molto più semplicemente l’estrapolazione di una parte di musica che aveva necessità di espandersi e di dare vita a qualcosa di compatto e coerente.

Reverberation Radio 207

Oggi la playlist di Reverberation Radio è interamente dedicata alla musica strumentale. A renderci orgogliosissimi si saper fare meglio le cose ci pensano Giuliano Sorgini con ben due brani dal suo album-colonna sonora Zoo Folle, I Marc 4 ed Alessandro Alessandroni