David Bowie – ★

Oggi parlare di ★ non è come averlo fatto ieri. Oggi ti abbaglia tutta la sua epicità e profondità in un modo che prima non avresti mai potuto concepire così: dietro le misteriose e tese atmosfere di questa opera, ecco l’ennesimo stupefacente atto di scena, quello conclusivo, di colui che nel corso degli anni ha saputo evolversi e sperimentare con tutto e tutti.

The Very Best Of 2015

Eccolo il The Very Best Of 2015 e diciamocelo, questa è stata una buonissima annata. Come qualità generale non ai livelli dell’inarrivabile 2013 ma di certo siamo messi meglio dell’anno scorso. Dunque poche chiacchiere e largo a vincitori, sconfitti, pareggianti e gente capitata lì in mezzo che nemmeno loro sanno bene come. Ah, se cliccate sulle cover dei dischi andrete direttamente all’articolo in questione, giusto per approfondire se ne avete voglia.

Reverberation Radio 186

La selezione di Reverberation Radio di oggi è in gran parte dedicata all’Africa ed alle sue sonorità così riconoscibili eppure così contaminate. Abbiamo lo Zamrock di Chrissy Zebby Tembo che fa coppia con la Ngozi Family, le gemelle Lijadu Sisters dalla Nigeria, Hailu Mergia e gli etiopi Walias e per concludere Amara Touré, che dal continente africano si spostò a Cuba per dare vita ad un miscuglio davvero notevole.

Reverberation Radio 156

Oggi nella playlist di Reverberation Radio ci sono solo 8 canzoni ma che, come diciamo dalle mie parti, spaccano davvero i culi ai passeri. I nomi grossi li si nota dando una rapida occhiata all’elenco: Animals, CaN e White Fence (alias Tim Presley) su tutti.

A Place To Bury Strangers – Transfixiation

Avete presente quando vi capita di salutare amici che non vedete da tempo ed esclamare “Ehi, non sei cambiato di una virgola!” ? Bene, gli A Place To Bury Strangers potrebbero essere visti proprio cosi, non solo perché riconfermano la strada del loro sound che si aggira tra la new wave, il post punk, il dark rock

Verdena – Endkadenz Vol.1

Questo è il primo dei due volumi in cui tutto il lavoro è stato diviso. Già, proprio come Wow. Solo che in questo caso il tutto dura ancora di più, per cui la prima parte ce la becchiamo ora e la seconda in primavera. Entrambi i volumi hanno una durata di 59 minuti per 13 pezzi ciascuno.