Reverberation Radio 271

Benvenuti alla prima playlist di giugno di Reverberation Radio, dalla California con amore. Le sonorità più tropicali sono senza dubbio quelle di Shadow, ma per rilassarsi sono ottimi anche il power pop di Emitt Rhodes, quello acido ed un po’ drogatello di Run DMT, il prog di Kimio Mizutani, il sound sunshine dei The Cyrkle, il rock leggero di quella vecchia volpe di Bill Wyman, l’elettronica easy di Domenique Dumont, il lo-fi dei Loving ed il funk gospel di Pastor T.L. Barrett And The Youth For Christ Choir.

Reverberation Radio 270

Un Bob Dylan d’annata in stile Sampei ci introduce all’immancabile appuntamento con Reverberation Radio. In effetti il collegamento col neo premio Nobel non è buttato lì a caso, ma è diretto come un banco di tonni verso le scatolette che tutti noi amiamo. Dunque folk in ogni dove, ovviamente a partire dal super califfo Captain Beefheart, per continuare con gli inglesi Fotheringay, le coppie formate da Tennent & Morrison e Jimmer Glynn & Alan Rachin, l’immancabile giapponese Tetsuo Saito, lo scozzese Mike Heron, il quasi omonimo Mike Cooper e gli Oister – primo nome della più nota Dwight Twilley Band.

Reverberation Radio 257

Rieccoci immancabili con l’appuntamento del mercoledì, il giorno di Reverberation Radio. Oggi la playlist dei nostri amicones della California è quanto mai eterogenea. Si spazia dal funk sobrio ed elettronico di Dwight Sykes a quello contaminato dalla dance della Universal Togetherness Band. Anche il jazz è presente, con le interpretazioni di Donald Byrd e Kenny Graham & His Satellites, questi ultimi graditissimo ritorno dopo qualche settimana di assenza.

Reverberation Radio 248

Reverberation#248 1. The Masters Apprentices – War Or Hands Of Time 2. George Harrison – Red Lady Too 3. Allen Toussaint – Southern Nights 4. Norma Tanega – You’re Dead 5. Frankie Reyes – La Comparsa 6. Jessica Pratt – Moon Dude 7. Bobb Trimble – Killed By The Hands […]

Reverberation Radio 238

Rieccoci puntuali per l’immancabile sessione musicale con quelle teste matte di Reverberation Radio. La copertina di oggi è dedicata alla Nouvelle Vague, in particolare a Jean-Luc Godard ed al suo Pierrot Le Fou (in italiano Il Bandito Delle 11), film del 1965 con Jean-Paul Belmondo e Anna Karina. Abbiamo tra le mani 8 tracce di folk/rock garage e psichedelico che, al solito, spaziano per l’orbe terracqueo come se non ci fosse un domani.

Reverberation Radio 228

Bentornati ai torridi appuntamenti estivi con Reverberation Radio. Questa è l’ultima playlist prima delle vacanze e non poteva esserci cover più adatta per esprimere lo stato d’animo dello Staff del vostro blog preferito. È il pop a caratterizzare questi dieci magnifici brani.

Reverberation Radio 221

La playlist di Reverberation Radio di oggi è dominata dai generi tipici della web radio californiana: surf, garage e psichedelia. Prima di tutto, una doverosa auto-marchetta degli Allah-Las, padroni di casa che a settembre torneranno col nuovo album, di cui possiamo sentire il primo singolo estratto.

Oscar – Cut And Paste

Originario del nord di Londra, figlio d’arte – sua madre frequentava il Mud Club, suo padre suonava nella band new wave The Regents nei ’70 – Oscar studia al St. Martin College per diventare scultore. Poi capisce che per fare qualche soldo deve assecondare l’inclinazione familiare verso la musica. Si chiude nella sua camera da letto e, a differenza di quello che fa la maggior parte dei suoi coetanei in quella situazione, compone un po’ di brani e qualche demo accorgendosi di avere una dota innata per le melodie.

Reverberation Radio 214

Visto che in California la primavera è solo un antipasto dell’estate, la playlist di Reverberation Radio di oggi celebra i ritmi brasiliani, dalla Musica Popolare Brasileira al samba, con massicce dosi di funk, soul e jazz come accompagnamento.

Reverberation Radio 202

Oggi i nostri amici californiani di Reverberation Radio non si fanno mancare nulla, spaziando tra le epoche ed i generi musicali come solo loro sanno fare. Abbiamo una buona dose di glam e cazzeggio con Sparks (il titolo corretto della canzone sarebbe Fa La Fa Lee) e Jook, talmente in sintonia che si passa dai primi ai secondi senza soluzione di continuità, come fosse un tutt’uno.