Reverberation Radio 271

Benvenuti alla prima playlist di giugno di Reverberation Radio, dalla California con amore. Le sonorità più tropicali sono senza dubbio quelle di Shadow, ma per rilassarsi sono ottimi anche il power pop di Emitt Rhodes, quello acido ed un po’ drogatello di Run DMT, il prog di Kimio Mizutani, il sound sunshine dei The Cyrkle, il rock leggero di quella vecchia volpe di Bill Wyman, l’elettronica easy di Domenique Dumont, il lo-fi dei Loving ed il funk gospel di Pastor T.L. Barrett And The Youth For Christ Choir.

Reverberation Radio 265

Se siete affamati della musica che conta ecco la playlist settimanale di Reverberation Radio, il nettare giusto per il vostro spirito. Oggi dominano il funk ed il soul, amici miei. Abbiamo il lo-fi di Doug Hrem Blunt, la musica popolare brasiliana di Tim Maia, più la fazione africana composta dalla Dur-Dur Band con la loro disco somala ed El Rego Et Ses Commandos, che ci deliziano col loro perfetto afrobeat del Benin.

Reverberation Radio 257

Rieccoci immancabili con l’appuntamento del mercoledì, il giorno di Reverberation Radio. Oggi la playlist dei nostri amicones della California è quanto mai eterogenea. Si spazia dal funk sobrio ed elettronico di Dwight Sykes a quello contaminato dalla dance della Universal Togetherness Band. Anche il jazz è presente, con le interpretazioni di Donald Byrd e Kenny Graham & His Satellites, questi ultimi graditissimo ritorno dopo qualche settimana di assenza.

Reverberation Radio 253

Welcome back to Reverberation Radio, la musica del passato che ci insegna il futuro. Oggi, a dispetto della cover minimale, i nostri amici della California ci regalano 12 tracce ricche e complesse, che appagano un po’ tutti i gusti. A prolungare il filone dreamy che ci accompagna da qualche settimana ci pensa l’indie degli australiani Dick Diver, il garage-alternative dei Nerve City, l’immenso pop di Van Dyke Parks e la musique concrète di The Focus Group, progetto elettro-ambient di Julian House.

Reverberation Radio 252

Ogni maledetto mercoledì arriva per le nostre anime perse la benedizione di Reverberation Radio. Oggi la playlist vive di sonorità placide rilassate e trasognanti, prolungando alla perfezione il mood suggerito dalla cover. Tuttavia, c’è una sorta di ‘guerra’ tra label a tenere banco: da una parte la Wonderfulsound col folk di John Stammers e lo psych rock dei The Superimposers, dall’altra la Big Crown della latin music degli Okonkolo ed il pop-rock del duo The Shacks.

Angel Olsen – My Woman

Dopo il grande successo di due anni fa ottenuto con Burn Your Fire For No Witness, la Olsen torna con un lavoro autobiografico pronto a dimostrare che sì, va bene ed è bellissimo che sia vista un po’ come colei che ha riportato uno sprazzo di luce nel mondo del cantautorato folk tutto al femminile ma che, non per questo, è pronta a sacrificare alcuni aspetti di se stessa per restare intrappolata in un limbo di melodie malinconiche e iconiche senza mai toccare certe corde.

Reverberation Radio 232

Come ogni dannato mercoledì arriva la playlist dei californiani di Reverberation Radio.
Oggi spazio ad artisti per lo più sconosciuti, con una buona quota di dub e reggae – da King Sporty a Sun Araw passando per Keith Hudson – più una spruzzata di soul ed r&b per gentile concessione della magnifica voce di Betty Wright.

Sylvia – Senza Fare Rumore

Silvia Tofani è una che di sfumature se ne intendeva anche prima di iniziare a fare musica, quando la sua sensibilità veniva immortalata in scatti fotografici. Oggi la si conosce col nome di Sylvia e qualche mese fa ha pubblicato il suo esordio lungo col disco Senza Fare Rumore.

Reverberation Radio 222

Nella playlist di Reverberation di oggi non c’è un unico tema dominante, ma sono gli artisti a guidarci all’interno di una playlist quanto mai eterogenea e di enorme spessore. Abbiamo una buona schiera di britannici rappresentata da Roy Wood – tra l’altro fondatore dell’Electric Light Orchestra – Vic Godard e soprattutto Manfred Mann Chapter III.