Reverberation Radio 270

Un Bob Dylan d’annata in stile Sampei ci introduce all’immancabile appuntamento con Reverberation Radio. In effetti il collegamento col neo premio Nobel non è buttato lì a caso, ma è diretto come un banco di tonni verso le scatolette che tutti noi amiamo. Dunque folk in ogni dove, ovviamente a partire dal super califfo Captain Beefheart, per continuare con gli inglesi Fotheringay, le coppie formate da Tennent & Morrison e Jimmer Glynn & Alan Rachin, l’immancabile giapponese Tetsuo Saito, lo scozzese Mike Heron, il quasi omonimo Mike Cooper e gli Oister – primo nome della più nota Dwight Twilley Band.

Depeche Mode – Spirit

Spirit è un disco che ancora una volta vede i DM alle prese con i loro umori cupi e tesi, chiusi in synth rock sporchi ed esageratamente drammatici. Tutto mira a impostare un’atmosfera ben precisa, come a dire: preparatevi, la fine del mondo è vicina.

The Very Best Of 2016

Difficile fare il Best Of a ‘sto giro. Il 2016 non è ancora finito che è già passato alla storia come uno degli anni peggiori del nuovo millennio. Musicalmente sono stati 12 mesi davvero scarsini, di certo non all’altezza dell’anno scorso, però mi piace guardare il bicchiere mezzo pieno, prima di bermelo. E se è vero che dobbiamo riporre le nostre speranze nel futuro, gli esordienti del 2016 sono una classe quanto mai folta e con le palle.

TOY – Clear Shot

Si può tranquillamente affermare che soprattutto gli addii di Diez e Carey siano stati fondamentali per l’approccio dei TOY al nuovo disco. Fin dal singolo di lancio, Fast Silver, la band ci ha tenuto un sacco a mostrarci la sua nuova veste in un mid-tempo tra psych e acid-pop, meditabondo ma anche giocoso e luccicante grazie al binomio chitarra/tastiera. Un gran pezzo, uno dei se non IL migliore fra i dieci, che fa mostra di un ottimo arrangiamento (c’è molto più di quanto non sembri, a partire dal ponte tutto strumentale) rivelando una solarità ed un’immediatezza ribadite anche dalla successiva I’m Still Believing.

Preoccupations – Preoccupations

L’anno scorso parlando di Viet Cong ho un po’ raccontato la storia di Matt Flegel (voce, basso), Mike Wallace (batteria), Scott Munro (chitarra, synth) e Daniel Christiansen (chitarra), di come – partiti da Calgary solcando l’immenso mare del post-punk – siano arrivati ad essere idolatrati come nuova cosa grossa. Preoccupations è il risultato di un periodo di introspezione profonda, fra crisi personali e collettive, il che è quasi sempre un buon inizio da cui partire per fare grande musica.

La Femme – Mystère

A tre anni dal loro esordio sulla lunga distanza, Psycho Tropical Berlin, il collettivo dei La Femme torna con Mystère, sicuramente uno degli album più attesi in Francia. Sacha Got, Marlon Magnée, Sam Lefèvre, Noé Delmas, Clémence Quéllenec e Lucas Nuñez si sono ritrovati tra un castello in Bretagna e Parigi per registrare questo LP che esce via Born Bad.

Reverberation Radio – Levitation | Austin

Oggi edizione speciale di Reverberation Radio interamente dedicata al festival Levitation che si terrà ad Austin, Texas, dal 19 aprile al 1 maggio. Le 10 tracce della playlist ci presentano alcuni fra i tantissimi artisti che prenderanno parte alla tre giorni di sballo e fattanza nel profondo sud degli States.

Sunwatchers – Sunwatchers

Chi sono i Sunwatchers? Di loro non si sa tanto ma partiamo dai nomi. Jim McHugh suona chitarra e phin elettrico – una sorta di sitar thailandese – Peter Nye Kerlin è al basso, Jeff Tobias soffia come un matto nel suo sax contralto e Jason Robira picchia la batteria. A questo nucleo fondamentale si aggiungono di volta in volta ospiti a seconda delle necessità, tipo Cory Bracken (vibrafono e percussioni) e Dave Harrington (chitarra, sintetizzatore).

Reverberation Radio 212

Bentornati sulle frequenze della californiana Reverberation Radio. Parlando di musica abbiamo il trionfo del funk e delle atmosfere soffuse. Se ancora non sapete cosa sia il vaporwave i S U R F I N G e Macintosh Plus (moniker per un solo album di Vektroid alias Ramona Andra Xavier) sono qui per spiegarvelo come meglio non si potrebbe.