Reverberation Radio 272

Anche in periodi di super vacche magre come questi, Reverberation Radio non ci fa mancare la dose di musica che piace ai giusti. Dunque oggi i protagonisti assoluti sono Shintaro Sakamoto ed i VIDEOTAPEMUSIC, uniti nel progetto nippo-thailandese A Night In Bangkok. Non ci spostiamo di molto per andare a trovare l’indonesiana Anna Manthovani, ma dobbiamo attraversare il Pacifico del sud per il latin dei salvadoreñi Los Christians ed il jazz-funk dei brasiliani Azimüth.

Reverberation Radio 270

Un Bob Dylan d’annata in stile Sampei ci introduce all’immancabile appuntamento con Reverberation Radio. In effetti il collegamento col neo premio Nobel non è buttato lì a caso, ma è diretto come un banco di tonni verso le scatolette che tutti noi amiamo. Dunque folk in ogni dove, ovviamente a partire dal super califfo Captain Beefheart, per continuare con gli inglesi Fotheringay, le coppie formate da Tennent & Morrison e Jimmer Glynn & Alan Rachin, l’immancabile giapponese Tetsuo Saito, lo scozzese Mike Heron, il quasi omonimo Mike Cooper e gli Oister – primo nome della più nota Dwight Twilley Band.

Reverberation Radio 269

Buon mercoledì a tutti, nemmeno Reverberation Radio può sottrarsi al #catporn! Come si nota dalla cover di questa settimana, i gatti – oltre a dominare il nostro universo – uccidono gli squali e dopo si bullano sui loro cadaveri profanandone lo scheletro. Allo stesso modo, quelle teste matte dei californiani sfidano la geografia e vincono un giro del mondo tra funk, soul, disco, elettronica ed un po’ di pop-rock. Ci spostiamo dal Brasile di Neno Exporta Som alle Hawaii di Marvin Franklin With Kimo And The Guys, dalla Trinidad & Tobago dei Wild Fire alla Jamaica di Sonya Spence.

Reverberation Radio 267

Bentornati a tutti sulle frequenze sempreverdi di Reverberation Radio. Spesso la musica è un cavo teso fra lammerda ed il sublime. Non è il nostro caso, ma l’idea del funambolo piace sempre così tanto che la playlist di oggi si muove in costante equilibrio fra l’elettronica ed il pop, con qualche piccola ma significativa eccezione. Partiamo subito dalle mosche bianche. Abbiamo il funk/afrobeat della T.P. Orchestre Poly-Rythmo, i ritmi latini dei venezuelani Un, Dos, Tres Y Fuera ed il garage psichedelico degli Electric Prunes.

Reverberation Radio 266

Bentornati sulle potentissime frequenze di Reverberation Radio. Come recitano i due personaggi del film Il sergente e la signora (del 1945) nella cover, oggi è mercoledì, uno di quelli per cui ha senso vivere un’intera settimana a parte il week-end. Il menù offre il wooze-pop di Crepes, il rock leggerino di Kyoko Furuya e l’elettronica condita dal jazz della brasiliana Andréa Daltro.

Reverberation Radio 264

Rieccoci sulle frequenze super ondeggianti di Reverberation Radio direttamente dalla California che conta. Oggi è musica che viene da ogni parte del globo terracqueo, sonorità rilassanti che ben si adattano a questo aprile indolente. A conti fatti, gli unici statunitensi sono Yusef Lateef, Tyrone Davis e Santo & Johnny: il primo, dopo la conversione all’Islam ha deliziato tutti col suo jazz fusion, il secondo – afroamericano – è qui con un brano soul/r&b, mentre i terzi – come si evince dal nome – spadroneggiano da buoni italoamericani di Nuova York tra rock and roll e easy listening.

Reverberation Radio 261

Welcome back to the one and only Reverberation Radio. Niente come la cover della playlist di questa settimana può rendere meglio l’idea di ‘lounge’, non credete? Ed infatti le sonorità cosiddette easy listening comandano le 11 tracce di oggi. A partire dal giamaicano Joe White che, con gli In Crowd, propone una sua versione della canzone resa celebre da Diana Ross e Marvin Gaye. Per proseguire con la celebrazione della primavera di Robert Hall Productions, con il jazz latino di Paul Piot ed il pop degli Harmony Grass.

Reverberation Radio 260

La celeberrima foto della Terra vista dalla Luna scattata dalla missione Apollo 8 è la copertina dell’odierno appuntamento con Reverberatio Radio. Questa settimana si torna alle origini, dove tutto è cominciato, ossia a metà tra folk e psichedelia. Alla prima categoria appartengono il country-rock in salsa americana di Jeff Cowell, il tradizionalissimo Michael Hurley, Michael Chapman con le sue tinte prog-jazz e la delicatezza acustica di Bruce Langhorne.

Reverberation Radio 258

Amici ma soprattutto amiche di Reverberation Radio benvenuti al mercoledì che tutti stavamo aspettando. La splendida cover che ritrae Angela Davis fa da viatico ad una selezione che si apre con l’intro parlata elettro-industrial dei Tomorrow The Rain Will Fall Upwards, per poi proseguire col funk di Letta Mbulu, il soul di Ramona King ed il garage politico del supergruppo Roya, la cui cantante Rahill Jamilifard è la frontman delle nostre beniamine Habibi.

Reverberation Radio 257

Rieccoci immancabili con l’appuntamento del mercoledì, il giorno di Reverberation Radio. Oggi la playlist dei nostri amicones della California è quanto mai eterogenea. Si spazia dal funk sobrio ed elettronico di Dwight Sykes a quello contaminato dalla dance della Universal Togetherness Band. Anche il jazz è presente, con le interpretazioni di Donald Byrd e Kenny Graham & His Satellites, questi ultimi graditissimo ritorno dopo qualche settimana di assenza.