Reverberation Radio 268

Come di consueto lasciate che vi dia il benvenuto sulle frequenze primaverili di Reverberation Radio. Oggi il salto nel passato comincia con la San Francisco degli anni ’40-’60 ritratta dalle notevoli foto di Fred Lyon e prosegue con 9 brani quasi tutti di stampo soul. I nomi sono quasi tutti sconosciuti al grande pubblico ma a gente come Miss Washington, Junior Lewis o la fantastica Faye Crawford non serve notorietà per essere apprezzata.

Reverberation Radio 260

La celeberrima foto della Terra vista dalla Luna scattata dalla missione Apollo 8 è la copertina dell’odierno appuntamento con Reverberatio Radio. Questa settimana si torna alle origini, dove tutto è cominciato, ossia a metà tra folk e psichedelia. Alla prima categoria appartengono il country-rock in salsa americana di Jeff Cowell, il tradizionalissimo Michael Hurley, Michael Chapman con le sue tinte prog-jazz e la delicatezza acustica di Bruce Langhorne.

Reverberation Radio 257

Rieccoci immancabili con l’appuntamento del mercoledì, il giorno di Reverberation Radio. Oggi la playlist dei nostri amicones della California è quanto mai eterogenea. Si spazia dal funk sobrio ed elettronico di Dwight Sykes a quello contaminato dalla dance della Universal Togetherness Band. Anche il jazz è presente, con le interpretazioni di Donald Byrd e Kenny Graham & His Satellites, questi ultimi graditissimo ritorno dopo qualche settimana di assenza.

SOHN – Rennen

Il suo spirito cosmopolita l’ha portato nel giro di poco tempo a piantare le proprie radici da Londra a Vienna (luogo di nascita di Tremors) a Los Angeles. Nel mezzo ci son stati un matrimonio e l’arrivo di un figlio. Il buon Christopher non si è fatto mancare proprio nulla e quindi, visto che le esperienze ci son state, la luce della creatività è sempre rimasta accesa, il momento propizio per sfornare il sophomore non poteva che essere questo.

Reverberation Radio 251

Il mercoledì è solo e sempre Reverberation Radio from California. Oggi i nostri amici della West Coast la buttano sulle sonorità funk, con ovvie divagazioni geografico-musicali. Prima di tutto ci sono i Primal Scream con un brano che, strano ma vero, nulla ha a che fare con l’omonimo celebre album della band di Bobby Gillespie.

Reverberation Radio 249

Reverberation#249 1. Giuliano Sorgini – Under Pompelmo 2. Shintaro Sakamoto – Dancing With Pain 3. Mild High Club – Rollercoaster Baby 4. Connan & Dev – Feelin’ Lovely 5. Maston – Chase Theme #1 6. Leland – I’ve Got Some Happiness 7. Danny Kirwan – Midnight In San Juan 8. […]

Reverberation Radio 248

Reverberation#248 1. The Masters Apprentices – War Or Hands Of Time 2. George Harrison – Red Lady Too 3. Allen Toussaint – Southern Nights 4. Norma Tanega – You’re Dead 5. Frankie Reyes – La Comparsa 6. Jessica Pratt – Moon Dude 7. Bobb Trimble – Killed By The Hands […]

The Very Best Of 2016

Difficile fare il Best Of a ‘sto giro. Il 2016 non è ancora finito che è già passato alla storia come uno degli anni peggiori del nuovo millennio. Musicalmente sono stati 12 mesi davvero scarsini, di certo non all’altezza dell’anno scorso, però mi piace guardare il bicchiere mezzo pieno, prima di bermelo. E se è vero che dobbiamo riporre le nostre speranze nel futuro, gli esordienti del 2016 sono una classe quanto mai folta e con le palle.

Reverberation Radio 244

Amici vicini e lontani, ben ritrovati come ogni mercoledì sulle frequenze di Reverberation Radio. Oggi la playlist è quasi interamente dedicata a Mose Allison, pianista jazz e blues scomparso lo scorso 15 novembre e qui omaggiato con sette splendidi brani del suo vastissimo repertorio. Se la grandezza di un artista di misura anche in base all’impatto che ha avuto su coevi e posteri, allora Allison può essere a buon diritto considerato un gigante della musica contemporanea. Praticamente tutti i nomi grossi che vi vengono in mente hanno coverizzato sue canzoni.

Palace – So Long Forever

Il 2016 è già stato di suo un anno di notevoli esordi. Se a ciò si aggiunge l’hype tipicamente britannico per ogni nuova band che si affaccia sul panorama musicale portando in dote anche solo un minimo di aria fresca, non ci si stupisce più di tanto che il debutto sulla lunga distanza dei Palace, So Long Forever (via Fiction Records), fosse atteso come il Natale a Vienna. Due EP in saccoccia – Lost In The Night e Chase The Light nel biennio 2014-15 – sono bastati alla band londinese per guadagnarsi l’etichetta di ‘sonic valium’, l’apertura dei concerti europei di Jamie T e la partecipazione a Glastonbury e Reading & Leeds.