Gorillaz – Humanz

Quando verso la fine del 2015 Albarn comincia a radunare il solito stuolo di amiz/collaboratori, per motivarli rivolge loro – l’aneddoto ci è raccontato da Pusha T ma vale per tutti – il più classico dei what if?: cosa succederebbe se accadesse, che ne so tipo a novembre 2016, qualcosa di così sconvolgente da cambiare il mondo come lo conosciamo? Come sarebbe se vincesse LUI? Di certo non sarà stato l’unico a porsi la domanda – sarà stato uno dei pochi a farsela un anno e mezzo fa – ma ora che è stato pubblicato dopo così tanto tempo il rischio è che Humanz possa finire nel calderone delle espressioni artistiche post-Trump insieme alle innumerevoli altre.

Kanye West – The Life Of Pablo

Kanye West inizia a lavorare su quello che un tempo doveva essere Yeezus 2 già nel novembre del 2013 – le registrazioni di No More Parties In LA sono addirittura del 2010, durante le session di MBDTW. Negli ultimi tre anni, dunque, scrive e registra The Life Of Pablo in diverse località non solo d’America ma del mondo. Tra le altre: Los Angeles, il Messico, l’Isola di Wight, il Canada e Firenze.

Massive Attack – Ritual Spirit

Sono 6 lunghissimi anni che i Massive Attack – Robert ‘3D’ Del Naja e Grant ‘Daddy G’ Marshall – non pubblicano uno straccio di album. Del Naja è il vero Mago di Oz dietro al progetto Ritual Spirit. Infatti non solo è l’autore di Fantom ma, insieme al collaboratore di lunga data Euan Dickinson, ha firmato anche la produzione di tutte e 4 le canzoni.