Humans After All

Esattamente quattro anni fa nasceva questo blog. Oggi che è il nostro compleanno, l’avventura di Vinylistics finisce. Niente lacrime e via con la sigla!

Sono stati 48 mesi davvero intensi e meravigliosi, fatti di periodi facili ed altri difficili ma nei quali l’entusiasmo non è mai venuto meno. 525 articoli – di cui 254 di sole recensioni – stanno a testimoniare l’impegno che abbiamo messo in questo progetto del tutto amatoriale, portato avanti nei ritagli di un tempo libero che via via è venuto meno. Abbiamo avuto le nostre piccole e grandi soddisfazioni, in un panorama quanto mai affollato ed in continuo mutamento.

Siamo umani anche noi, è un processo naturale: nella vita tutto cambia – il lavoro, gli amori, la casa, la squadra di calcio preferita – ed anche il blog è un formato che ormai ha fatto il suo tempo. Rimpianti non ne abbiamo, rimorsi non sappiamo cosa siano. La nostra speranza è quella di avervi fatto passare momenti felici, di avervi fatto scoprire ottima nuova musica e che continuiate ad apprezzare canzoni di ieri e di domani che non passano in radio, che nel vostro gruppo di amici ascoltate in due e che vi dovete sbattere per trovare.

Il nostro augurio sincero è che in futuro anche la bistrattata musica italiana indipendente – di cui oggi tanto si parla ma che forse poco si ascolta davvero – riesca ad uscire dal nulla totale in cui si trovano almeno il 90% degli ‘artisti alternativi’ per tornare ad essere qualcosa di rilevante ed originale come in passato. Siamo degli inguaribili ottimisti, lo sappiamo.

Altro non resta, se non ringraziare tutti voi che ci avete letti, quelli che ci hanno scritto per sponsorizzare le loro band e tutti gli altri che in qualsiasi modo hanno condiviso le nostre cose e ci hanno fatto conoscere un po’ in giro per l’internet.

È stato tutto bellissimo, ci rivedremo in un’altra vita.

MB.